Gattidistrada's homepage

 

                    Eliminare l'odore dell'urina

 

  • Gatti e l'acqua
  • Gatti e eletriccita statica
  •  Allergie dei proprietari
  •   Erba Gatta e valeriana
  •  

     

    Eliminare l'odore dell'urina

    Urina fresca: pulire la macchia con un qualsiasi buon detersivo per tappeti. In seguito, trattare la macchia con semplice bicarbonato di sodio, lasciare agire per circa dieci minuti ed asciugare. Se l’urina ha impregnato il tappetino bagnando anche il pavimento al di sotto, sarà difficile eliminare l’odore indipendentemente dai prodotti adoperati.

    Per trovare le macchie quando non siete sicuri di dove siano, procuratevi una lampada a raggi ultravioletti con il filtro (allo scopo di eliminare ogni residua luce visibile). L’urina diventa fluorescente se esposta alla "luce nera". Potete procurarvi questa lampada presso una ferramenta. Queste lampade a raggi ultravioletti si possono trovare anche presso negozi di hobbistica ed in negozi che forniscono articoli a speleologi e a rocciatori, ma sono più costose. Il fascio di raggi UVA è sicuro purché sia adoperata una lampada ad onde lunghe e non ad onde corte come quella usata per abbronzarsi.

    Prodotti Enzimatici

    Sono prodotti che eliminano gli odori. Questi prodotti usano enzimi per decomporre l’odore provocato dai composti presenti nelle urine e nelle feci.

    Quando si utilizzano prodotti enzimatici, è importante usare enzimi freschi, fate assorbire l’enzima in profondità fin dove l’urina è penetrata e tenere la superficie calda e bagnata per almeno 24 ore. Le reazioni chimiche, incluse quelle enzimatiche, hanno una velocità maggiore a temperature più alte. Tuttavia, la maggior parte delle reazioni enzimatiche non raggiunge l’effetto desiderato se la temperatura va oltre i 38° - 39° gradi C., quindi sono sconsigliate le temperature troppo alte. Dopo aver adoperato l’enzima provare a coprire la superficie interessata con dei tovaglioli imbevuti d’acqua pura, quindi coprire con una tendina da doccia o della plastica in modo da assicurarsi che la zona rimanga umida.

    Gli enzimi contenuti nei normali detersivi da bucato sono uguali a quelli contenuti nei costosi prodotti "ammazza odori", ma costano molto meno. Ricordare bene di bagnare la zona interessata e di coprirla per evitare che si asciughi. L’area male odorante deve restare bagnata con l’enzima per almeno 24 ore se non oltre.

    Materiali Lavabili

    Mettete i materiali lavabili in lavatrice con una tazza d'aceto senza detersivo, dopodiché procedere al consueto lavaggio.

    Calcestruzzo

    Se avete del calcestruzzo e (per esempio, nel pavimento) nel quale l'urina sia infiltrata, può essere molto difficile eliminarla poiché il calcestruzzo non sigillato è molto poroso. Dovrete neutralizzare l'urina ed in seguito sigillare il calcestruzzo in modo corretto. Una ditta di pulizie specializzata è probabilmente il modo migliore il per neutralizzare correttamente l'urina infiltrata nel calcestruzzo. L'aceto ed altri detersivi possono aiutare, ma solo temporaneamente. Anche migliorare la ventilazione può aiutare. In casi estremi, si potrà risolvere il problema gettando un altro strato di calcestruzzo sopra l'originale.

    I pavimenti in legno

    I pavimenti in parquet che sono stati macchiati con l'urina possono essere molto difficoltosi da pulire. Innanzi tutto trattateli con un prodotto enzimatico per rimuovere l'odore. Potete trovare sbiancanti e coloranti per legno presso la vostra ferramenta. Se volete, potete consultarvi con uno degli impiegati del negozio per sapere quale prodotto è disponibile. Dovrete rimuovere tutta la vernice o poliuretano dall'area interessata, levigatela un po', sbiancatela e/o verniciatela, ed infine mettete il rivestimento protettivo. Esistono, inoltre, delle ditte specializzate che potete consultare. Nei casi in cui l'area sia molto macchiata, dovrete sostituire il legno.

     

     



    I gatti e l'acqua

    Alcune razze di gatti hanno affinità per l'acqua. Alcuni lettori di rec.pets.cats (NewsGroup in lingua inglese) hanno raccontato di gatti che s'infilano sotto la doccia con loro, e sono stati riferiti altri aneddoti molto divertenti da leggere. La maggior parte dei gatti, che amino o non amino bagnarsi, resteranno affascinati guardando l'acqua sgocciolare dai rubinetti o che sgorga dalla vasca, dal lavandino o dal w.c. I casi di gatti che bevono dal fondo della doccia, dal lavandino o da altri improbabili posti sono frequenti. Alcuni gatti possono essere molto esigenti per quanto riguarda l'acqua; sembra piacere loro più fresca possibile e preferibilmente in movimento. Potete riuscire ad impedire alcuni di questi comportamenti cambiando l'acqua del gatto ogni giorno, anche spostando la ciotola più distante da quella del cibo. In generale quest'abitudine non farà male al vostro gatto, per quanto sgradevole vi potrà sembrare. Sarebbe opportuno dissuadere il gatto dal bere l'acqua del W.C., ma questo è subito fatto lasciando abbassato il coperchio.

     




    Gatti e elettricità statica

    Durante l’inverno o le stagioni secche, il pelo del gatto può elettrizzarsi e scaricarsi ogni volta che lo coccoliamo. Una buona soluzione è di frizionarlo con un apposito panno chimico. Gli agenti chimici presenti in queste stoffe non costituiscono un problema per il gatto, sempre che non siano troppo profumati e perciò a lui sgraditi.

    Alcune persone acquistano umidificatori da mettere in casa che riducono altrettanto bene il problema dell’elettricità statica sul pelo del gatto
     

     




     

    Allergie dei proprietari

    Tenete di norma il gatto fuori della vostra stanza da letto. Può essere d’aiuto educare il gatto a tenersi lontano dai mobili. Si possono anche usare delle sostanze (come Allerpet C) che agiscono sul pelo del gatto in modo da dissolvere sia la forfora sia le proteine contenute nella saliva dell'animale, alle quali alcune persone sono allergiche. I gatti a pelo lungo hanno a disposizione un'area maggiore sulla quale depositare la loro saliva, ed inoltre devono essere spazzolati (il che provoca un maggior rilascio di forfora nell'aria), così per coloro che hanno questo tipo di allergia sono più indicati a gatti a pelo corto. Si consiglia di pulire, di aspirare e di strigliare e spazzolare il gatto spesso (all'aperto se possibile), di modo che lo spargimento di peli sia ridotto al minimo. Inoltre, è bene lavarlo regolarmente.

    Alcune persone sono semplicemente allergiche ai nuovi gatti arrivati. Ma questo tipo d’allergia, in ogni caso, diminuirà dopo ripetuti contatti. Perciò, non diventerete allergici a gatti con cui siete in contatto quotidianamente; anche se, in effetti, è possibile che si possa manifestare un'allergia al vostro gatto qualora vi separiate da lui per un po' di tempo. Per questo tipo d’allergia è utile lavarsi le mani frequentemente.

    Altre persone sono allergiche alla saliva che gatto deposita sul proprio pelo. Un ottimo rimedio a quest’inconveniente è lavare il gatto una volta al mese. Non è necessario usare del sapone, ma basta soltanto immergere completamente il gatto nell'acqua. Fatto di regola una volta al mese, questo rimedio abbassa la quantità di saliva ad un livello tollerabile; da qualche parte lo riporta anche la pubblicazione scientifica Cat Fancy, che si è occupata di questo problema qualche anno fa.

    È possibile anche essere allergici al pelo del gatto, in questo caso si può scegliere fra le razze di gatti a pelo corto o addirittura glabri. Esiste un gatto, la razza Sphynx (Sfinge, ndt) che è completamente senza pelo; ci sono inoltre altre razze di gatti nelle quali il tipo di pelo al quale molti sono allergici è completamente assente (nei gatti abbiamo quattro tipi di pelo). Questi sono Cornish Rex o i Devon Rex che hanno il pelo corto e riccio.

    Potete consultare uno specialista in allergologia e farvi così prescrivere delle iniezioni contro allergie specifiche. E’ abbastanza costoso, ma ne vale la pena, specialmente se siete colpiti da altre allergie. Sarete sottoposti ad un test per verificare la causa delle vostre allergie, in seguito vi sarà prescritto un ciclo di iniezioni periodiche che vi aiuterà a sviluppare un'immunità verso ciò a cui sarete risultati allergici. Assicuratevi di trovare uno specialista che abbia familiarità con le allergie prodotte dal gatto: molti di loro vi raccomanderanno semplicemente di liberarvi delle vostre bestiole. Inoltre, non vi aspettate miracoli, oggi si può fare molto per ridurre le vostre allergie, ma talvolta non si riesce a scoprire la particolare allergia e quindi ci vuole molto di più che delle "semplici iniezioni" per farvi fronte.

     


     

     

     Visita  i Nostri Siti Amici

     

     

     http://www.micimiao.it/

    http://www.animalinelmondo.com

     http://www.tuttoperinternet..it

    http://www.primosuimotoridiricerca.com

    http://www.inseparabile.com

 

trova tutto su animali e natura

 

il COMANDO dei CARABINIERI PER LA TUTELA DELL`AMBIENTE d'intesa con il Ministerodell'Ambiente mette a disposizione un NUMERO VERDE 800-253608per segnalare emergenze legate ad ABBANDONI o MALTRATTAMENTI DI ANIMALI.L`intervento del Comando dei Carabinieri può essere sollecitato anche attraverso indirizzo e-mail:  cctass@carabinieri.it .allegando un eventuale documentazione fotografica. 


 


Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!